Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081

 Spiagge Sardegna
 Last minute
 Case vacanza
 Voli Low Cost
 Dormire
 Aerei
 Navi
 Trasporti
 Itinerari
 Zone
 Città
 I Paesi della Sardegna
 Musei e gallerie
 Trova l'Hotel
 Ristoranti
 Cosa comprare
 100 Posti da vedere
 Consigli
 Servizi per disabili
 Bassa stagione
 Distanze e Strade
 Idee vacanza
 Se ti serve ...
UN'ISOLA UN CONTINENTE NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



100 Posti da Vedere

 

prima paginaspiagge | foto gallery | la zonada faredi serviziofare la spesa
fare shopping | mangiar fuori | vita notturna | dormire | case affitto

DIETRO IL MARE

NATURA

  • Capo Testa
    Da qui un sentiero conduce al settore più settentrionale, presso il faro omonimo.
    Le rocce, erose dalla forza dei venti e delle acque che si infrangono violentemente, hanno forme incredibili e tondeggianti

  • Macchia mediterranea
    In cui gioca il ruolo di protagonista la grande e vistosa ginestra efedroide che in primavera copre le rocce di un bellissimo giallo intenso.
    Tra i massi granitici si nasconde, prudente e scattante, l'interessante lucertola di Bedriaga, un piccolo rettile di arcaica discendenza dalla bellissima colorazione verde cupo.

  • Gli antichi stazzi di granito
    Nascosti nel verde in passato usati dai pastori, ora sono esclusivi rifugi estivi immersi nella macchia mediterranea. Un'altra bellissima spiaggia è la spiaggia della Marmorata, situata più ad est.

ARKEO

  • La fondazione del paese, voluta da Vittorio Emanuele I di Savoia, risale ai primi dell'ottocento, ma la zona fu abitata fin dalla preistoria.
    Il primo insediamento risale infatti al periodo nuragico (4000 a.C): è possibile trovarne traccia in alcuni siti archeologici che si trovano nelle vicinanze del centro abitato.

    Poche, ma molto interessanti, le testimonianze di questo remoto passato: sulla strada per Capo Testa, un intero villaggio nuragico, di cui si possono vedere le fondamenta circolari delle capanne, i recinti per gli animali, e persino la base di una fornace.

    Durante il dominio romano della Sardegna esistevano nella zona due centri abitati: Longonis e Tibula. I Romani utilizzarono la zona per tagliare le pregiate rocce di granito che venivano utilizzate, una volta rifinite, per la costruzione di monumenti e di ville nobiliari della Roma antica: anche alcune colonne esterne del Pantheon sono state ricavate dal granito di queste scogliere.

    Durante il Medioevo fu fondato dai Pisani il borgo di Longonsardo con la finalità di costituire un avanposto strategico ad appena 11 miglia dalla Corsica allora dominata da Genova, acerrima rivale di Pisa.
    L'importanza logistica del porto favorì il rifiorire dell'industria estrattiva del granito e dei commerci.

    L'importanza di Longonsardo crebbe in modo considerevole tanto che diventò uno degli unici quattro porti della Sardegna assieme a Cagliari, Porto Torres ed Alghero, in cui era consentito imbarcare o sbarcare merci. Nel 1384 Eleonora d' Arborea vi fece costruire un castello (del quale purtroppo oggi non ne rimane quasi più traccia), il quale venne poi nel 1420 distrutto dai genovesi, i quali ordinarono anche lo spopolamento della zona, che divenne così rifugio di banditi e pirati per i successivi due secoli.

 

UN'ISOLA UN CONTINENTE | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore