Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081

 Spiagge Sardegna
 Last minute
 Case vacanza
 Voli Low Cost
 Dormire
 Aerei
 Navi
 Trasporti
 Itinerari
 Zone
 Città
 I Paesi della Sardegna
 Musei e gallerie
 Trova l'Hotel
 Ristoranti
 Cosa comprare
 100 Posti da vedere
 Consigli
 Servizi per disabili
 Bassa stagione
 Distanze e Strade
 Idee vacanza
 Se ti serve ...
UN'ISOLA UN CONTINENTE NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



100 Posti da Vedere
Colostrai e Feraxi > Itinerario
 

VISITA A COLOSTRAI E FERAXI
itinerario consigliato da Sardiniapoint

 

 


Il nostro viaggio parte da Montenai; usciti dall'abitato, proseguiamo in direzione nord verso Capoferrato; volgendo lo sguardo alla nostra destra, possiamo contemplare lo splendido scenario delle spiagge di Costa Rei, fino ad arrivare a Porto Pirastu.

Vale la pena fare una sosta lungo questo tratto di costa, tutto spiagge e calette, magari riposando all'ombra di uno dei tanti alberi che costituiscono la pineta circostante.

A poche centinaia di metri da Porto Pirastu, ecco la spiaggia di Capoferrato: la sabbia scura e granulosa fa da contrasto al mare cristallino e trasparente, con fondali lievemente ondulati e rocciosi.

Aggirato il promontorio di Monte Ferru, di fronte a noi le dune della spiaggia di Feraxi, ancora selvaggia e immacolata, splendida anteprima dell'omonimo stagno; lo specchio d'acqua è più piccolo di quello del Colostrai (appena 35 ettari di superficie), con cui comunica attraverso un piccolo canale, e la cui profondità media non supera mai i 2-3 metri.

Come il suo "fratello maggiore" ospita una ricchissima avifauna, tra cui spicca il fenicottero rosa con i suoi lunghi trampoli  (uccello che è tra l'altro diventato simbolo dello stagno di Molentargius, a Cagliari) ed il simpatico becco aguzzo del cavaliere d'Italia (presente in particolare nei mesi estivi, durante i periodi di migrazione), oltre a numerosi esemplari di gabbiani comuni e reali, di folaghe e beccacce.

Il perimetro dello stagno è circondato e protetto da una ricca vegetazione di tamaricacee (gallica ed africana), salicornia e tifa.

Proseguendo ancora verso nord per qualche centinaio di metri, arriviamo finalmente allo stagno del Colostrai (110 h. ca.): agli amanti del trekking consigliamo di parcheggiare la macchina e proseguire il percorso a piedi o in mountain bike, lo stagno è completamente percorribile lungo le sponde, ed il percorso vale davvero un po' di fatica.

L'intera area è stata dichiarata Oasi Permanente di Protezione Faunistica già dal 1989, ed il perché è comprensibile già al primo sguardo: aironi, cavalieri d'Italia, garzette, cicogne bianche ed anche qui il fenicottero rosa, ne fanno spot ideale per una ricca sessione di bird watching e safari fotografici.

Colpisce però anche la fauna presente sotto il pelo dell'acqua: con una speciale tecnica di acquicoltura, e grazie all'accesso diretto al mare (reso più stretto e chiuso da alcuni sbarramenti artificiali e dalle dune di sabbia che si frappongono alla laguna), orate, spigole, muggini possono entrare ed uscire dallo specchio d'acqua liberamente, rendendo a tutti gli effetti questi esemplari "selvatici".

Lo stagno è immerso nella vegetazione tipica delle zone umide: sterna e salicorina (vista la vicinanza al mare), ruppia, giunchi e tifa, aggiungono ulteriore colore e fascino all'ambiente circostante.

Per concludere in bellezza, potete terminare l'escursione sulla spiaggia di Cristolaxedu, o Colostrai,  e godervi il tramonto sulle lagune, con i mille colori del sole e del cielo che si riflettono sull'acqua.

In alternativa potete proseguire per qualche altro chilometro verso nord, raggiungendo la spiaggia di Torre Salinas, su cui troneggia l'omonima torre: l'unica torrezilla a base quadrata in questa zona. Costruita nel XVII secolo, fungeva da torre d'avvistamento per contrastare le frequenti incursioni dei Mori. E' stata recentemente restaurata ed è possibile accedervi tramite una stradina sterrata che sale ripida fino alla cima del promontorio. Da qui si gode di un panorama mozzafiato sull'intera costa.



Indice
. Homepage
. Origini
. Arrivare
. Itinerario
. Cosa fare
----------- 


-------------
Case Vacanze
Rent-Sardinia.com propone case e appartamenti a
Colostrai -Feraxi
vedi le case
-------------


 


 

UN'ISOLA UN CONTINENTE | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore