case sardegna, appartamenti sardegna hotel sardegna - guida agli alberghi in sardegna noleggio auto in sardegna agriturismo sardegna - guida vacanze agriturismo in sardegna last minute sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Territorio
 Clima
 Natura in Sardegna
 Gastronomia
 Vini
 Ricette
 Artigianato
 270 parole di storia
 Storia
 Archeologia
 Carnevale
 Feste religiose
 Vestito tradizionale
 Vita rustica
 Storie e leggende
 Scultura
 Pittura
 Musica
 Lingua
 Scrittori
 Architettura
 Interviste
 Attualità
GUIDA TURISTICA NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Vestito Tradizionale
IL VESTITO TRADIZIONALE>L'ABITO FEMMINILE
 

  foto di Piercarlo Murru

Copricapo
Su questo capo di vestiario le varianti sono innumerevoli.
È possibile individuare il luogo di provenienza dal modo in cui è sistemato intorno alla testa.
I colori, i ricami, il modo di fermarlo sul capo sono tanti.
Può essere costituito da un semplice fazzoletto piegato come un triangolo o da una serie di "pezzi", talvolta bende, cuffie, veli e/o scialli.

Camicia (sar. camisa, camija)
La camicia è bianca, di lino o di cotone.
Ampia, variamente ornata con pizzi o ricami soprattutto nelle parti visibili, nella parte anteriore e nelle maniche.
Lo scollo (di diversa ampiezza) è spesso incorniciato dal pizzo e arricchito da bottoni d'argento o d'oro. 

Corpetto (sar. palas, imbustu, cossu)
Sopra la camicia è indossato il corpetto.
Può essere costituito da un busto (soprattutto nel nord della Sardegna), da un vero e proprio gilè, con diversi tipi di spalline (sottili o grosse, con una striscia di stoffa e fiocchi o anche nastri); infine da semplici strisce di stoffa, che sul davanti fasciano il corpo sotto il seno, sostenute da spalline fini.

Giubbetto (sar. tzippone, corittu)
Il giubbetto è in stoffa pregiata.
La lunghezza varia: può essere corto, giusto sotto al seno, oppure lungo e arrivare fino alla vita o un poco sopra la gonna.
Le maniche possono essere ampie, aperte lungo
l'avambraccio in modo da far vedere la camicia,
oppure strette e corte; comunque anche in questo
caso le varianti sono tantissime.

Gonna (sar. tunica, fardetta, munnedda, saucciu)
È sempre lunga, spesso ornata sul bordo da nastri colorati e dorati; in orbace ma anche in tessuti "continentali".
È arricciata sulla parte posteriore, mentre sul davanti rimane liscia.
La parte anteriore della gonna è spesso coperta dal grembiule.

Grembiule (sar. franda, pannellu, antalena, farda)
È sovrapposto alla gonna.
La stoffa è varia.
I tessuti possono essere pregiati, seta e orbace, e meno pregiati, d'uso comune.

 


GUIDA TURISTICA | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA
REGISTRATI|

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore