Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Offerte Top
 Week End
 Sagre e Feste
 Agriturismo
 Enoturismo
 Le vie del gusto
 Archeoturismo
 Etnoturismo
 Fuoristrada 4x4
 Mountain Bike
 Trekking
 Climbing
 Ippotrekking
 In grotta
 In barca
 Diving e Snorkeling
 Windsurf
 Surf
 Natura
 Birdwatching
 Tutti gli Stili...
 Talassoterapia
 Golf
UN'ISOLA UN CONTINENTE GUIDA TURISTICA
Bookmark and Share


Mountain Bike
METTERSI IN VIAGGIO>VIVERI
 

VIVERI 
di Vittorio Serra

Se dovete essere autosufficienti per uno o più giorni sarà meglio che vi organizziate con dei preparati liofilizzati, vi toglieranno d'impaccio nei momenti di difficoltà energetica.
La prima colazione deve essere abbondante: una buona scorta di latte in polvere e caffè liofilizzato vi daranno modo di utilizzare l'acqua del ruscello o della fontana più vicina.

Il luogo del bivacco sceglietelo sempre vicino ad una sorgente. L'acqua serve per tutto: per lavarsi, bere e cucinare.
Se l'acqua è inquinata o avete dei dubbi sulla sua potabilità, occorre trattarla con la clorochina. Una goccia di clorochina potabilizza un litro d'acqua, anche se la prendete da una pozzanghera; al 10% potete disinfettarvi una ferita o lavare frutta o verdura dalla dubbia igiene. Non dimenticatela quindi e portatevene almeno una boccetta da 100 cc., con relativo contagocce.
Per ripulire l'acqua da grossolane impurità andrà bene anche una calza, l'importante è che non sia stata appena dimessa da una giornata di pedalata!!.

Minestroni o altro liofilizzati (i classici bustoni) vi salveranno in molte occasioni ma preferibilmente consumate cibi locali ed esagerate pure con la frutta e la verdura fresca. Una bella pagnotta di giornata assicura al corpo umano energia per percorrere circa 30 km. di pianura in bicicletta. Calcolate quindi il "carburante" per essere autonomi nell'arco della giornata. Comunque non di solo pane vive l'uomo. A fine giornata, specie se si è pedalato come si deve, si può trangugiare di tutto. Consentita anche una buona bottiglia di vino che vi concilierà il sonno.

Dove mettere l'acqua
I portaborraccia canonici sono stati espiantati per far posto al più utile gavone. La borraccia di più pronto utilizzo la sistemerete dentro il gavone nella sua parte più alta. Per prenderla ci metterete un po' più di tempo, ma non state facendo una gara cross-country.

Qui, inoltre, starà al fresco: ancora meglio se avrete l'accortezza di utilizzare una borraccia termica. Sconsiglio le borracce da bici perché solitamente non hanno portata sufficiente; mi orienterei su quelle da montagna in plastica rigida rivestite (della Laken, per esempio), da almeno un litro.

Potete portare dell'altra acqua in bottiglie da 1,5 litri. Vi capiterà di trovarla lungo la strada, sistematela utilizzando i tiranti che fermano i bagagli al portapacchi.

 
 


UN'ISOLA UN CONTINENTE | GUIDA TURISTICA
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore