case sardegna, appartamenti sardegna hotel sardegna - guida agli alberghi in sardegna noleggio auto in sardegna agriturismo sardegna - guida vacanze agriturismo in sardegna last minute sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Territorio
 Clima
 Natura in Sardegna
 Gastronomia
 Vini
 Ricette
 Artigianato
 270 parole di storia
 Storia
 Archeologia
 Carnevale
 Feste religiose
 Vestito tradizionale
 Vita rustica
 Storie e leggende
 Scultura
 Pittura
 Musica
 Lingua
 Scrittori
 Architettura
 Interviste
 Attualità
GUIDA TURISTICA NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Vini
IL VINO IN SARDEGNA>LA STORIA>LA REGIA SCUOLA ENOLOGICA
 

IL 1700 E IL 1800

Alla fine del 1700 i vini sardi furono duramente criticati dal gesuita novarese Francesco Gemelli: nell'opera Rifiorimento della Sardegna.
Gemelli lodò i sistemi di coltivazione ma condannò la vinificazione e definì i vini sardi troppo forti e di poca digeribilità.

Nell'Ottocento il vino veniva venduto alla Francia come semilavorato: era usato per fortificare i deboli vini d'oltralpe.
Il commercio era in mano a intermediari, prevalentemente capitani di bastimenti genovesi.

L'enologia sarda subì una svolta quando venne fondata la Regia Scuola Enologica di Cagliari.
Per alcuni decenni ci fu una vivace sperimentazione che dette un decisivo impulso alla crescita delle aziende vitivinicole dell'epoca.

Vennero valorizzati i principali vini da dessert isolani e i cosiddetti vini da pasto dell'epoca. Anche attraverso innovazioni di impronta Francese-Piemontese, che rappresentavano le scuole enologiche di riferimento.  

 


GUIDA TURISTICA | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA
REGISTRATI|

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore