case sardegna, appartamenti sardegna hotel sardegna - guida agli alberghi in sardegna noleggio auto in sardegna agriturismo sardegna - guida vacanze agriturismo in sardegna last minute sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Territorio
 Clima
 Natura in Sardegna
 Gastronomia
 Vini
 Ricette
 Artigianato
 270 parole di storia
 Storia
 Archeologia
 Carnevale
 Feste religiose
 Vestito tradizionale
 Vita rustica
 Storie e leggende
 Scultura
 Pittura
 Musica
 Lingua
 Scrittori
 Architettura
 Interviste
 Attualità
GUIDA TURISTICA NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Vini
IL VINO IN sARDEGNA>TECNICHE DI COLTIVAZIONE
 

prima pagina | storia | vini tradizionalivitigni | vendemmia e coltivazione

TECNICHE DI COLTIVAZIONE E VENDEMMIA

Sino alla fine del secolo la vite era coltivata ad alberello (vigna alla latina o alla greca) o retta da un tutore (alla sardisca).

Queste tecniche di allevamento sono considerate tra le più antiche: dopo tre anni la vigna, era pronta alla vendemmia che, allora come oggi, avveniva tra la fine di settembre e gli inizi di novembre.

Le uve, trasportate sui carri, venivano pigiate a piedi nudi nel tino.
Per fare il vino rosso si faceva fermentare il mosto, prodotto dalle uve a bacca rossa, con le bucce. Anche per quindici giorni.
Per fare il vino bianco le bucce venivano separate dal mosto.

La fermentazione lenta avveniva nella botte lavata e disinfettata con una rotella di zolfo accesa.
Terminata la fermentazione, la botte veniva tappata.
Non veniva più aperta fino al giorno di San Martino.

 


GUIDA TURISTICA | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA
REGISTRATI|

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore