case sardegna, appartamenti sardegna hotel sardegna - guida agli alberghi in sardegna noleggio auto in sardegna agriturismo sardegna - guida vacanze agriturismo in sardegna last minute sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Territorio
 Clima
 Natura in Sardegna
 Gastronomia
 Vini
 Ricette
 Artigianato
 270 parole di storia
 Storia
 Archeologia
 Carnevale
 Feste religiose
 Vestito tradizionale
 Vita rustica
 Storie e leggende
 Scultura
 Pittura
 Musica
 Lingua
 Scrittori
 Architettura
 Interviste
 Attualità
GUIDA TURISTICA NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Natura in Sardegna
GLI ANIMALI DEL SUPRAMONTE>NATTEDDU E I GRIFONI
 

[<< i signori del cielo ]

NATTEDDU CONOSCEVA I GRIFONI

Natteddu conosceva i grifoni.
Ricorda con enfasi i grandi uccelli
che si alzavano roteando sulle creste di Gorruppu.
Una volta il padre ne uccise uno, sorprendendolo mentre stava divorando la carcassa di una capra; racconta che lo scuoiarono e misero la pelle ad asciugare mentre le cince allegre la ripulivano dai brandelli di grasso.

Ricorda anche i grandi nidi dell'avvoltoio monaco,
issati in cima ai ginepri più grandi, e il volo dolce dell'immenso avvoltoio degli agnelli.
I primi due furono sterminati dalle esche avvelenate destinate alle volpi; il terzo scomparve perché era preda ambitissima dei cacciatori di professione.
Ve n'erano tanti allora sulla montagna; cacciavano di tutto e tutto vendevano. Era un commercio lucroso.
Periodicamente arrivavano procacciatori di trofei, che acquistavano pelli (muflone, martora, ghiro, gatto selvatico), bestie intere e anche animali vivi. Per i gipeti pagavano una fortuna.

Si racconta la leggendaria storia di due fratelli di Urzulei
entrambi latitanti, che contrattarono un futuro da esuli liberi, custodi di una grande villa nelle montagne svizzere, con la cattura di un gipeto vivo per un magnate di quel paese, appassionato collezionista.

La grande foresta che sovrasta la valle attira ogni anno molti colombacci in migrazione e grandi quantità di grasse tordele.
A insidiarli ci sarà l'astore sardo, arcigno e implacabile, che per il resto del­l'anno caccia ghiandaie, merli e piccoli uccelli silvani.
Specie tutte ben note ai tanti Natteddu, così come l'esistenza segreta del geotritone, (Speleomantes supramontis), a volte osservato nell'umidità perenne delle grotte, o della bella natrice del Cetti (Natrix natrix cettii), rara e misteriosa.

 


GUIDA TURISTICA | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA
REGISTRATI|

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore