Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Offerte Top
 Week End
 Sagre e Feste
 Agriturismo
 Enoturismo
 Le vie del gusto
 Archeoturismo
 Etnoturismo
 Fuoristrada 4x4
 Mountain Bike
 Trekking
 Climbing
 Ippotrekking
 In grotta
 In barca
 Diving e Snorkeling
 Windsurf
 Surf
 Natura
 Birdwatching
 Tutti gli Stili...
 Talassoterapia
 Golf
UN'ISOLA UN CONTINENTE GUIDA TURISTICA
Bookmark and Share


Archeoturismo
ARCHEOLOGIA PRENURAGICA > NECROPOLI DI S.ANDREA PRIU, Bonorva
 

NECROPOLI DI SANT'ANDREA PRIU

  • dove: Bonorva (SS), nella sub-regione del Meilogu  
  • monumento: complesso di domus de janas, edifici funerari scavati nella roccia.
  • età: 3000-1800 a.C. (età neo-eneolitica) 
  • cultura: Cultura di Ozieri
  • materiali usati: le tombe sono scavate in un costone di trachite rossa
  • funzione del monumento: funeraria e sacrale  

Descrizione
Si tratta di un grandioso complesso di grotticelle funerarie ipogeiche o "domus de janas" (case delle fate) come vengono chiamate in sardo.

La necropoli è costituita da 20 tombe, formate da una serie di ambienti intercomunicanti.
Alcune riproducono, nel soffitto, la tipologia della capanna lignea e della casa con tetto a doppio spiovente; altre, invece, hanno un'architettura più complessa con un atrio semicircolare, il tetto graffito a raggiera, le camere con pilastri, destinate ai riti, e le stanze più piccole, sistemate per ricevere i corpi dei defunti.

Si distingue, fra tutte le domus de janas della necropoli, la cosiddetta tomba del capo, probabilmente una cappella di famiglia, costituita da ben 18 ambienti.
In molte tombe sono presenti simboli solari e astratti, magici, segni di antichi culti preistorici.

Sopra il complesso funerario troneggia una strana roccia, scolpita rozzamente in epoca preistorica in forma di toro; secondo alcuni "il toro" è opera degli agenti atmosferici e non dell'uomo.

Varie
Le tombe sono state in parte riutilizzate come luogo di culto in epoca medioevale: di quel periodo rimangono alcuni significativi affreschi.

Informazioni turistiche

  • arrivare
    Si raggiunge Bonorva facilmente attraverso la S.S. 131 Carlo Felice: da Cagliari il bivio per il paese è km 162,500.
    Si raggiunge Bonorva e si esce dal paese lungo la provinciale per Bono: al km 6,8 lasciamo la strada per Bono, deviando a destra in una stradina non asfaltata.
    Dopo 2,6 km, oltrepassata la chiesa di Santa Lucia, si giunge alla necropoli, posta sulla sinistra della strada.
  • servizi turistici
    Il sito può essere raggiunto in pullman. L'area archeologica è recintata e segnalata.Visite guidate. È disponibile una guida illustrata.

 
 


UN'ISOLA UN CONTINENTE | GUIDA TURISTICA
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore