case sardegna, appartamenti sardegna hotel sardegna - guida agli alberghi in sardegna noleggio auto in sardegna agriturismo sardegna - guida vacanze agriturismo in sardegna last minute sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Territorio
 Clima
 Natura in Sardegna
 Gastronomia
 Vini
 Ricette
 Artigianato
 270 parole di storia
 Storia
 Archeologia
 Carnevale
 Feste religiose
 Vestito tradizionale
 Vita rustica
 Storie e leggende
 Scultura
 Pittura
 Musica
 Lingua
 Scrittori
 Architettura
 Interviste
 Attualità
GUIDA TURISTICA NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Carnevale Tradizionale
IL CARNEVALE> LE MASCHERE DELLA BARBAGIA DI OLLOLAI> LE MASCHERE
 

carnevale della Barbagia | le maschere | la scena | origine e significato | curiosità

LE MASCHERE

Di recente, a Fonni, è stata ripristinata la più antica tradizione carnevalesca.
Protagonista del carnevale fonnese è Narcisu, detto anche Ce homo (che sta per Ecce Homo), il grosso fantoccio destinato al rogo perché ritenuto responsabile di tutte le disgrazie occorse alla comunità di Fonni e a quelle limitrofe.

Altra importante figura del carnevale fonnese è s'urthu, l'orso forte, temibile e robusto, rivestito un tempo di pelli bovine e col viso nascosto da una maschera di sughero.
Oggi s'urthu, nelle sue sporadiche apparizioni, si veste soprattutto di lana di pecora: così come accade in altri carnevali del centro Sardegna, è costretto da pesanti catene tenute da domatori che a stento trattengono un'esuberanza e una vitalità espresse abbracciando le ragazze e sporcandole con fuliggine.

A Gavoi, la tradizione delle maschere, più che informarsi a figure e immagini del passato, è assimilabile a quella delle più consuete e moderne allegorie.
Ma ancora oggi gruppi mascherati accompagnano Zizzarrone, il fantoccio di carnevale, al ritmo del tamburo battente, al suono del piffero e al tintinnar del triangolo.

E' consuetudine, a Ovodda, dare libera briglia all'invenzione carnevalesca: la festa delle maschere è vissuta all'insegna della beffa e dello scherzo, della satira e dell'iperbole.
L'effigie del carnevale di Ovodda è il fantoccio di Don Conte, destinato anch'esso, come da altre parti, in Sardegna, al rogo che chiude la festa.

 


GUIDA TURISTICA | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA
REGISTRATI|

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore