Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081

 Spiagge Sardegna
 Last minute
 Case vacanza
 Voli Low Cost
 Dormire
 Aerei
 Navi
 Trasporti
 Itinerari
 Zone
 Città
 I Paesi della Sardegna
 Musei e gallerie
 Trova l'Hotel
 Ristoranti
 Cosa comprare
 100 Posti da vedere
 Consigli
 Servizi per disabili
 Bassa stagione
 Distanze e Strade
 Idee vacanza
 Se ti serve ...
UN'ISOLA UN CONTINENTE NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



100 Posti da Vedere
SARDEGNA>CHIESE>S. ANTIOCO DI BISARCIO
 

prima pagina | arrivare | photo gallery | a chi rivolgersi | è vicino a | agriturismo
dormire | mangiare | per saperne di più | sp consiglia | link

  • cosa: S. Antioco di Bisarcio, romanico dal campanile "dimezzato".
  • provincia: Sassari
  • subregione: Logudoro
  • comune: Ozieri
  • località: piana di Chilivani

Descrizione:
Un sentiero scosceso ci introduce alla grande mole in trachite policroma dell'ex cattedrale di Guisarchu, ricostruita da maestranze pisane sulle ceneri della primitiva chiesa tra il 1150-60.
E' infatti schiettamente pisano il catino absidale spartito in cinque specchi da semi colonne classicamente modellate, come pisane sono le losanghe gradonate, inscritte nelle lunette absidali, in trachite chiara a contrasto con il verde cupo delle tarsie triangolari.

Non sfugge alla vista il mozzo campanile, privo della cella campanaria per via di un fulmine, che tuttavia mantiene intatta la nitidezza d'impianto pisano nelle grosse paraste d'angolo (pilastro incassato con funzione portante) e nella teoria d'archetti su mensole.
Risale invece ad un'ulteriore fase costruttiva - databile tra il 1170-90 - l'avancorpo a due piani della facciata, unico esempio nell'architettura romanica isolana, di chiara ispirazione borgognone.

La parte inferiore è scandita da tre arcate, aperta quella centrale e con tre arcatelle quelle laterali con colonne poggianti su un leone accovacciato, mentre quella superiore, a destra, presenta un curioso aspetto di non finito con l'incipiente teoria di archetti a sesto acuto, aggiunta di epoca aragonese, e due tozze colonnine con capitelli.

L'interno della chiesa in trachite scura, di tipo basilicale senza transetto, diviso in tre navate, quelle laterali voltate a crociera, dà un forte senso di raccoglimento tipico, peraltro, dell'architettura romanica.

di Roberto Sanna
foto gentilmente concesse da
Maurizio Faedda di Romanico sardo
web editing SP

 


UN'ISOLA UN CONTINENTE | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore