Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081

 Spiagge Sardegna
 Last minute
 Case vacanza
 Voli Low Cost
 Dormire
 Aerei
 Navi
 Trasporti
 Itinerari
 Zone
 Città
 I Paesi della Sardegna
 Musei e gallerie
 Trova l'Hotel
 Ristoranti
 Cosa comprare
 100 Posti da vedere
 Consigli
 Servizi per disabili
 Bassa stagione
 Distanze e Strade
 Idee vacanza
 Se ti serve ...
UN'ISOLA UN CONTINENTE NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Zone
L'Ogliastra, Sardegna centro orientale
 

prima pagina | numeri e geo | territorio | natura | da non perderearrivarefoto

TERRITORIO

Montagne aspre e colline dolci, crinali coperti dai boschi e piccoli fazzoletti di pianura coltivati.
Le profonde e strette gole del Supramonte, scogliere rosse e le bianche falesie a picco sul mare.

Il territorio dell'Ogliastra è uno spettacolo in sè,
le forme delle rocce e i paesaggi sono quanto di più selvaggio si possa trovare nel Mediterraneo.

Ecco le cose più spettacolari del territorio ogliastrino: 

  • Supramonte di Baunei e Urzulei
    è un altopiano calcareo. Secondo alcuni la zona più aspra dell'intero Mediterraneo.
    Grotte, gole, doline, e latri fenomeni carsici fino alle falesuie costiere

  • Taccus di Jerzu, Ulassai, Osini e Gairo 
    enormi torrioni calcarei

  • Porfido rosso granito
    dei monti di Arzana, Villagrande e Talana che costituiscono il versante ogliastrino del massiccio del Gennargentu

  • Punta La Marmora
     il tetto della Sardegna (1834 m.), nel territorio di Arzana

  • Gorropu, il canyon più profondo d'Europa 
    vertiginose pareti di roccia, alte fino a 500 metri

  • Le cale sabbiose
    incuneate tra le falesie, sbocchi naturali delle "codulas" che partono dall'entroterra attraversandolo: Goloritzé, Mariolu, Biriola, Sisine e Ilune

  • Le guglie
    che sovrastano il mare alternandosi alla scogliera verticale.
    Non perdere P.ta Caroddi (m.148), pinnacolo di calcare che ombreggi le sabbie di Cala Goloritzè e Pedra Longa, una enorme piramide di calcare che sembra posata sul fondale sabbioso.

  • Fenomeni carsici
    che hanno dato luogo a forre, inghiottitoi, sprofondamenti e ampie brecce che incidono il suolo: da segnalare, in territorio di Baunei, la voragine del Golgo, o "Su Sterru", dolina profonda 294 m.

  • Grotte
    tra le tante, e tutte di estremo interesse speleologico, quali quelle de "Su Marmuri" ad Ulassai, la grotta "Taquisara" a Gairo e "Sa domo 'e s'orcu", in territorio di Urzulei, dove furono ritrovati fittili e bronzetti nuragici

  • Perda Liana (m.1.293), il faro del Gennargentu
    un imponente torrione calcareo molto caratteristico, ricco di fossili e visibile da tutta l'area del Gennargentu.

COSA SONO?

  • le codulas
    strette valli solcate da torrenti in secca percorrendo le quali si può, in alternativa al più agevole e consueto utilizzo delle imbarcazioni private e dei traghetti, giungere dal Supramonte al mare.
  • i taccus
    affioramenti rocciosi calcarei, più o meno estesi, isolate contrafforti caratterizzate da profonde scarpate coronate da una fitta copertura di lecci e corbezzoli, agrifogli e ginepri

foto:
guglia di Goloritzè (M.Vacca) 
- cascate di Ulassai
- la gola di Gorroppi (P.Rinaldi) 

 


UN'ISOLA UN CONTINENTE | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore