case sardegna, appartamenti sardegna hotel sardegna - guida agli alberghi in sardegna noleggio auto in sardegna agriturismo sardegna - guida vacanze agriturismo in sardegna last minute sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081


 Territorio
 Clima
 Natura in Sardegna
 Gastronomia
 Vini
 Ricette
 Artigianato
 270 parole di storia
 Storia
 Archeologia
 Carnevale
 Feste religiose
 Vestito tradizionale
 Vita rustica
 Storie e leggende
 Scultura
 Pittura
 Musica
 Lingua
 Scrittori
 Architettura
 Interviste
 Attualità
GUIDA TURISTICA NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Natura in Sardegna
MONTE ARCOSU>IL CERVO SARDO
 
Origine:
Evolutosi in Sardegna e Corsica, è una sottospecie che si differenzia dal Cervus elaphus
  • per le minori dimensioni, quasi la metà nel maschio adulto
  • per le tonalità scure del mantello
  • per la semplicità e le ridotte dimensioni delle corna, con assenza delle formazioni a più punte e circolari
  • per la brevità e differenza temporale dei cicli biologici più importanti, bramito e calore.

E' verosimile che esemplari di Cervus elaphus siano approdati in Sardegna al seguito dei primissimi colonizzatori e si siano in seguito ambientati nell'isola. Tale ipotesi trova conforto nelle prime testimonianze fossili, databili ad oltre 3 mila anni fa, quando nell'isola imperava l'epopea nuragica.

Nonostante l'appellativo "corsicanus" che nella sistematica individua il cervo sardo, le testimonianze probatorie della presenza in Corsica sono molto più recenti e risalgono al 500 d.C., tanto che è verosimile pensare ad una sua introduzione dalla Sardegna.

Toponimi uniformemente diffusi in tutta l'isola testimoniano una presenza capillare e abbondante, tanto che nel Dizionario degli Stati Sardi del Casalis, edito a Torino nella seconda metà dell'ottocento, è riportato un significativo «solito selvaggiume» per quanto riguarda la presenza del cervo.

Ad aprire la strada allo sterminio fu un'imposizione di stampo coloniale, decisa dal governo sabaudo intorno alla fine dell'ottocento, che autorizzò il disboscamento estensivo di vastissime aree della Sardegna per ricavare traversine ferroviarie e carbone. Privato della protezione del suo ambiente, il cervo subì una vera e propria estirpazione. Alla bramosia dei cacciatori, aizzati e non scoraggiati dalla crescente rarità, si unì spesso l'efficacia di autentici professionisti, mestieranti che campavano di caccia; di molti e per molto tempo si racconteranno le gesta enfatizzate, specie per quelli che riuscirono ad abbattere «l'ultimo». Ci fu anche chi toccò picchi da primato. L'abbondanza del tempo certo lo favorì, ma tal Giovanni Caddeo da Putifigari, piccolo borgo rurale, non sprecò né tempo né colpi, e da un singolare diario arrotolato, rinvenuto nella sua capanna dopo la morte, uscirono cifre sbalorditive: 2084 daini, 3046 cinghiali e nientemeno che 1846 cervi abbattuti nei primi decenni dell'Ottocento. La notizia è riportata sempre dal Casalis.

Finalmente nel 1939  la legge decise di proteggere il cervo (insieme ad altri selvatici); ma l'olocausto continuò senza freni. In tutta l'isola il futuro sovrano di Monte Arcosu fu sterminato con pignoleria. Salvo un centinaio di esemplari sopravvissuti all'interno delle immense valli boscose dei monti di Capoterra e dei Sette Fratelli, ad est ed a ovest di Cagliari, e nelle foreste di Montevecchio (costa sud-occidentale). Ma la storia ha un lieto fine. Negli ultimi venti anni una serie di concomitanze fortunate si sono verificate a suo favore: aumento della sensibilità, inasprimento delle pene per i bracconieri, intensificazione del controllo, creazione dei primi recinti per l'allevamento in cattività e, soprattutto, l'istituzione dell'oasi di Monte Arcosu. Il risultato è stato sorprendente ed oggi in Sardegna vivono almeno 3000/3500 esemplari di cervo sardo.


  • la nascita dell'oasi
  • Monte Arcosu oggi e il problema del bracconaggio 
  • le attività di ricerca e i progetti
  • obiettivi e gestione
  • per visitare la riserva
  • gemellaggio Monte Arcosu-El Feidja (Tunisia)


     

     
     


  • GUIDA TURISTICA | NUOVI STILI DI TURISMO
    CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA
    REGISTRATI|

    VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

    Marchi e logo sono depositati
    I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
    Le foto sono coperte dal diritto d'autore