Case Sardegna, Appartamenti Sardegna Hotel Sardegna - Guida agli alberghi in Sardegna Noleggio auto in Sardegna Agriturismo Sardegna - Guida vacanze agriturismo in Sardegna Last Minute Sardegna
Ville ed Appartamenti
in affitto in
Sardegna


Call Center 848 580081

 Spiagge Sardegna
 Last minute
 Case vacanza
 Voli Low Cost
 Dormire
 Aerei
 Navi
 Trasporti
 Itinerari
 Zone
 Città
 I Paesi della Sardegna
 Musei e gallerie
 Trova l'Hotel
 Ristoranti
 Cosa comprare
 100 Posti da vedere
 Consigli
 Servizi per disabili
 Bassa stagione
 Distanze e Strade
 Idee vacanza
 Se ti serve ...
UN'ISOLA UN CONTINENTE NUOVI STILI DI TURISMO

Bookmark and Share



Musei e Gallerie
MUSEO ARCHEOLOGICO-ETNOGRAFICO G. A. SANNA
 

MUSEO SANNA

  • dove: Sassari, via Roma 64- tel. 079/27220
  • quando è aperto:  9 - 20, dal martedì alla domenica
  • sito web: museosanna.it 

La collezione:
 il Museo Sanna è una struttura polivalente che custodisce collezioni diverse: una collezione di materiale archeologico, una collezione di dipinti e una raccolta di materiale etnografico (non esposta).

Nella Pinacoteca sono esposti circa cinquanta dipinti che abbracciano un periodo che va dal XIV sec. fino al 1900.
La sezione archeologica è senza dubbio la più significativa del museo.
I reperti più antichi risalgono al paleolitico inferiore (500.000 anni fa). I materiali del periodo prenuragico comprendono ceramiche, utensili in pietra, una serie di idoletti in pietra rappresentanti la Dea Madre e una serie di stele in pietra calcarea.

Un'intera sala è dedicata al monumento preistorico di Monte d'Accoddi, che si trova a pochi chilometri da Sassari: sono esposti i reperti ritrovati nel sito, una serie di pannelli esplicativi e persino un ologramma del monumento.
La collezione del periodo nuragico comprende ceramiche, armi bronzee, utensili vari e una serie di bronzetti, le piccole sculture bronzee del periodo nuragico. Notevole è la ricomposizione del monumento centrale della "Capanna delle Riunioni", dal villaggio nuragico Palmavera di Alghero.

Gli oggetti più significativi del periodo fenicio-punico sono i monili, i balsamari in pasta vitrea policroma e le maschere in terracotta.
La collezione del periodo romano comprende le ceramiche, di vario tipo, le urne, i bicchieri e i balsamari in vetro, i gioielli, alcuni mosaici, statue ed epigrafi.
Interessante è la "Tavola di Esterzili": si tratta di una tavola bronzea che reca inciso il decreto con il quale il proconsole romano Lucio Elvio Agrippa tentò di sedare nel 69 d.C. i conflitti fra le popolazioni dell'interno, i Barbaricini, e i Patulcensi Campani situati nel sud dell'isola.
Tutte le collezioni sono corredate da pannelli esplicativi.

 


UN'ISOLA UN CONTINENTE | NUOVI STILI DI TURISMO
CARTOLINE | FOTO & VIDEO | PUBBLICITA' | LAVAGNA | SCRIVICI
REGISTRATI | | MY HOME

VITA NOTTURNA | SPETTACOLI | METEO | EVENTI A BREVE | CALENDARIO

Marchi e logo sono depositati
I testi sono di proprietà esclusiva di Sardinia Point
Le foto sono coperte dal diritto d'autore